Padova, Pd spaccato su boicottaggio negozianti

Il Pd padovano si spacca sulla fiaccolata di protesta contro l’accoglienza privata ai profughi. L’iniziativa, proposta dal leader dell’Associazione Commercianti del Centro (Acc) Massimiliano Pellizzari e spalleggiata dal sindaco Massimo Bitonci, ha suscitato la dura reazione del vicesegretario cittadino dei democratici Nereo Tiso che ha lanciato un boicottaggio contro i negozi iscritti all’Acc. Sebbene l’ipotesi di un boicottaggio sia stata subito stigmatizzata dai vertici della segreteria del partito e dal capogruppo in municipio Umberto Zampieri, parte dei democratici simpatizzano per la proposta. Intanto Pellizzari ha minacciato di adire le vie legali e Bitonci e la vicesindaco Eleonora Mosco, si sono recati a fare acquisti presso alcune botteghe delle Piazze per solidarietà.

Ma un assist a Tiso arriva dall’ex sindaco Flavio Zanonato: «chissà se ai commercianti dell’Acc verrà in mente che le associazioni non devono far politica, ma tutelare i propri associati e che la posizione politica di Pellizzari sempre appiattito su Bitonci li sta danneggiando. Cari negozianti dell’Acc – spiega l’europarlamentare al Corriere del Veneto – dovete preoccuparvi del modo in cui, dopo un anno d’amministrazione leghista, la nostra città è presentata a livello nazionale: egoista, chiusa, più pericolosa e meno accogliente. Vi pare una buona promozione di Padova? A me no. Purtroppo, vedo solo la strumentalizzazione di chi cerca il consenso sui disagi e sulle paure delle persone. Ed è questo che devono temere i commercianti»

Tags: ,