Vicenza, Beltrame torna a crescere

«Non credo ci sia, in questo momento nel segmento, un gruppo con una redditività migliore della nostra». Lo dice al Sole 24 Ore Riccardo Garrè, amministratore del gruppo siderurgico vicentino Beltrame. A margine della fiera Made in steel (la rassegna dell’acciaio a FieraMilano), il manager rende noti i risultati del bilancio 2014mol a 30,6 milioni, raddoppiato rispetto all’anno precedente, volumi in crescita, e fatturato consolidato di 1,1 miliardi. Dati positivi dovuti in gran parte al recupero e all’efficientamento della controllata francese Lme, che prevede due poli distinti in Italia e in Francia, equivalenti per dimensioni, prezzo e gamma.

«Il risultato finale è ancora negativo per alcuni milioni di euro», dice Garrè , ma «è in forte recupero rispetto alle perdite del 2013. In questo momento, comunque, il bilancio è in utile» e nel 2014 «abbiamo toccato il record storico di marginalità». Il gruppo registra qualche difficoltà negli impianti in Svizzera ma conferma i ruoli degli stabilimenti di San Didero e San Giovanni Valdarno. Per quanto riguarda gli altri poli produttivi, prosegue il rafforzamento negli acciai speciali in Romania, dove i volumi cresceranno da 80mila a 120mila tonnellate

Tags: , ,

Leggi anche questo