Verona, Zenti: «teoria gender? uno tsunami»

La teoria “gender”«è una mentalità che sta invadendo tutto come uno tsunami e non sempre i genitori sono avvisati di quanto viene insegnato ai propri figli. Ecco perché serve che i politici sostengano le scuole cattoliche: perché difficilmente queste ultime si piegheranno a rovesciamenti antropologici del genere». Queste le parole del vescovo di Verona Giuseppe Zenti durante l’omelia della celebrazione del santo patrono, ieri sera nella basilica di San Zeno.

«Gli amministratori prendano spunto dalla famiglia per il loro compito nella società», ha detto monsignor Zenti ad una platea tra cui erano presenti molti sindaci dei comuni della diocesi, da Flavio Tosi, ai primi cittadini del vicariato di Cerea-Bovolone. «Non si dimentichino mai che serve allo stesso tempo un’autorità paterna e materna, che sappia confortare, condividere i problemi». «La politica ha bisogno di più buon senso e di meno demagogia – ha aggiunto riferendosi alle polemiche sorte sul suo appoggio alla candidatura di Monica Lavarini, in lizza per la Lista Zaia – mi sono sentito pugnalato alle spalle e temo in pochi si siano sforzati a capire quello che volevo dire. Per me la polemica è chiusa: pregherò comunque perché i politici “cambino testa”».

Tags: , ,

Leggi anche questo