Tav Bs-Vr, arriva penultimo via libera

Arriva il sì dalla Commissione ministeriale di verifica dell’impatto ambientale (Via) sul progetto della Tav nel veronese, penultimo passaggio prima che il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) venga chiamato a esprimersi sulla linea ferroviaria ad alta velocità Brescia-Verona.  Il Comune di Castelnuovo aveva presentato 42 osservazioni e 18 richieste di opere compensative. Di queste, spiegano il sindaco Giovanni Peretti e l’ingegner Giovanni Spimpolo, responsabile dell’ufficio lavori pubblici, solo una minima parte è stata tenuta in considerazione. «L’amarezza c’è – dice Peretti all’Arena – pensavamo di essere trattati meglio».

Il sindaco ha chiesto un incontro al ministero delle Infrastrutture a nome dei sette Comuni del basso lago interessati a vario titolo dal passaggio della Tav (Castelnuovo, Peschiera, Sona, Sommacampagna, Desenzano, Ponti e Pozzolengo) ma per ora non c’è stato alcun riscontro. Davanti all’incertezza sul progetto definitivo «è importante che i Comuni continuino a far sentire la propria voce», esorta Marco Cofani, architetto che ha partecipato alla stesura delle osservazioni presentate dal Comune di Peschiera.

Tags: ,