“6 per Venezia”, Cgil lancia impegni anti declino

La Camera del Lavoro metropolitana della Cgil di Venezia ha presentato ieri “6 per Venezia”, una piattaforma di idee per  investire su Venezia grazie a uno sviluppo economico sostenibile che generi quello che i sindacati definiscono il «buon lavoro», ossia il rapporto di lavoro basato su «contrattazione, rispetto della legalità e della sicurezza».

Turismo di qualità, necessità di reti di trasporto efficienti e della costruzione di una vera e propria città metropolitana assieme a Padova e Treviso, difesa di territorio e ambiente, condivisione di servizi e sistemi di interazione per i cittadini che portino alla creazione di una città smart sono i temi al centro del progetto della Cgil di Venezia. «Se Venezia ha un futuro – ha detto a La Nuova Venezia Enrico Piron segretario generale della camera del Lavoro – lo ha dentro la città metropolitana, quella che ha i confini della Patreve. Noi proponiamo sei chiavi di lettura trasversali pensando al futuro, non alla crisi, per costruire il futuro dopo l’eutanasia di Porto Marghera»