Promuoveva Isis: «chiudo, me l’ha chiesto mamma»

Rinunciare a promuovere la causa della jihad per amore di mamma. É la decisione di Anass Abu Jaffar, marocchino residente fino ad un paio d’anni fa nel bellunese trasferitosi poi a Casablanca dove la scorsa settimana ha appreso di essere stato espulso dall’Italia su ordine del ministro dell’Interno Angelino Alfano per«prevenzione del terrorismo».

Jaffar è il creatore della pagina facebook chiamata “La scienza del Corano” attraverso cui, secondo gli inquirenti, svolgeva attività di proselitismo e di promozione della causa dello Stato Islamico. Il diretto interessato nega ogni responsabilità, e in un’intervista al Corriere del Veneto pubblicata lo scorso venerdì aveva definito i terroristi dell’Isis «dei cani dell’inferno». Nel frattempo però Jaffar ha annunciato il suo ritiro da facebook a causa dei guai giudiziari in cui è finito. A sorprendere di più è la motivazione che il giovane fornisce nell’ultimo post pubblicato da “La scienza del Corano” che ha raccolto la solidarietà di molti utenti che interpretano le disavventure di Jaffar come restrizioni alla libertà d’espressione.  «Lo farò solo per la donna che amo – ha scritto -, che è la mia mamma: è stanca di vedermi sui giornali per qualcosa che non ho mai fatto, non vuole piu che io stia su facebook visto che per un mio parere sono stato espulso».

Tags: ,