Verona, nuovo centro per disabilità e psichiatria giovanile

Dal prossimo autunno sarà inaugurata una nuova struttura specializzata su disabilità e psichiatria soprattutto giovanile avviata in collaborazione fra amministrazione comunale e Cooperativa Promozione Lavoro di San Bonifacio. Il sindaco Ermanno Anselmi commenta «Si tratta di 24 posti letto per disabili da 18 a 64 anni multiproblematici, 12 posti residenziali per adolescenti da 12 a 18 anni in convenzione con l’Ulss 20 e il Servizio di neuropsichiatriainfantile per giovani con problemi comportamentali e disturbi della personalità; una decina di posti diurni per anziani non autosufficienti, oltre a poliambulatorio per medico di base e altri professionisti a servizio della struttura e della cittadinanza. L’idea è di trovare posto anche per il servizio di assistenza domiciliare territoriale Adi».

Questa struttura nasce dalle esigenze dettate dalla cronaca di tutti i giorni. Il direttore generale dell’Ulss 20, Maria Giuseppina Bonavina, conferma «Il progetto rientra nel piano di zona discusso con la conferenza dei sindaci e in un territorio complesso come il nostro, questo produce sviluppo ma soprattutto porta i servizi vicino alle persone. Abbiamo pazienti di questo tipo che sono costretti a cercare cure fuori regione e lo stesso per la loro riabilitazione».
L’opera tra il primo e il secondo lotto costerà in tutto 9,1 milioni di euro, cifra a cui partecipano il Comune, la Regione, le Fondazioni Cariverona e Cattolica Assicurazioni, oltre alla Cooperativa Formazione Lavoro.

Tags: