Verona, Masi porta l’Amarone a Piazza Affari

Masi Agricola, azienda vitivinicola della Valpolicella (Verona), celebre per il proprio Amarone, ha annunciato di essere pronta a quotarsi a Piazza Affari entro l’estate, con un’offerta rivolta a investitori istituzionali di azioni derivanti dalla cessione di parte della quota del fondo Alcedo e da un aumento di capitale, che dovrebbe portarla a immettere in borsa fino al 25% del capitale. L’azienda è controllata da tre membri della famiglia Boscaini, ciascuno con una quota del 28,32%, il restante 15,03% è detenuto proprio da Alcedo Sgr.

«Dopo aver ottenuto tra i primi la certificazione Elite di Borsa Italiana – ha spiegato al Sole 24 Ore il presidente Sandro Boscaini – vorremmo essere i primi produttori di vini di qualità ad aprire il capitale al mercato, per continuare a crescere, avere l’opportunità di cogliere occasioni di investimento e dimostrare al settore che tradizione vitivinicola secolare, controllo familiare e finanza possono non essere in contraddizione tra loro ed essere funzionali ad un percorso che permette di affrontare le sfide del mercato globale».

Tags: ,