Paternoster: «da lunedì Tosi farà conti con Lega»

Il segretario della Lega Nord nella provincia di Verona, Paolo Paternoster tenta gli ultimi affondi in vista delle elezioni di domenica e lo fa da piazza dei Signori a Verona, assieme a Luca Zaia e Matteo Salvini, in uno degli ultimi incontri con gli elettori. «Da lunedì – tuona il segretario provinciale sul Corriere del Veneto – finalmente, con Luca Zaia rieletto alla presidenza del Veneto, Verona tornerà ad essere protagonista in Regione: cancelleremo tutti gli assurdi problemi che Flavio Tosi ha creato al Governatore in questi anni, di fatto relegando in questo modo Verona al ruolo di settima e ultima tra le province venete».

«Per colpa di Tosi – prosegue  Paternoster – in cinque anni non avevamo ottenuto nulla: e non parlo di assessorati o di presidenze, parlo di strategie per la Fiera, l’Aeroporto, le Autostrade, la Fondazione lirica. Tutti gli altri facevano rete, le altre province cercavano intese e collaborazione col Governatore, mentre noi ci isolavamo per colpa di continue polemiche sterili e assurde. Ma da lunedì si cambia. E si cambia anche a palazzo Barbieri. D’ora in poi – conclude Paternoster – patti chiari: la giunta dovrà confrontarsi con la Lega e certe proposte folli, dal cimitero verticale al registro per le coppie di fatto, non avranno più diritto di cittadinanza».