Treviso, sospetti abusi sessuali: asilo diviso

Ha colpito con un pugno in pieno volto la maestra 60enne della figlia e poi è fuggito. Succede a Treviso in un asilo statale alla periferia del centro ieri alle 14. Dietro l’aggressione ci sarebbero motivazioni legate a presunti abusi di quattro maestre nei confronti di alcuni bambini, italiani e stranieri, dai tre ai cinque anni. E si spacca in due schieramenti l’istituto: da una parte i genitori con il papà, un 26enne italiano residente a Treviso; dall’altra i difensori delle maestre che sostengono ci sia in atto un “complotto” di alcune famiglie di origine Rom.

La situazione era tesa già da alcuni giorni. Di ritorno dall’asilo molti bimbi avrebbero raccontato di essere stati sottoposti a giochini sessuali talvolta pesantissimi così i genitori hanno deciso di non mandare più i figli a scuola e denunciare tutto ai carabinieri. «Si sono inventati tutto, non è possibile», commentano incredule le maestre sul Mattino. Da loro è partita una controdenuncia per calunnia. I fatti rimangono tutti da accertare e i militari dell’Arma, ai quali finora non è stato consegnato alcun referto medico, stanno procedendo con la massima cautela.

Tags: ,