Venezia, emergenza sfratti: intesa Comune-Ater

Ater e il Comune di Venezia hanno aggiunto un accordo per fronteggiare e gestire diversi sfratti per finita locazione. Ater affiderà 31 alloggi al Comune di Venezia perché proceda immediatamente ad assegnarli a chi dispone dei requisiti. Inoltre altri 33 appartamenti saranno concessi in autorestauro, ovvero consegnati ad inquilini disponibili a svolgere alcune mansioni minori di ristrutturazione facendosene carico (si tratta per lo più di piccoli lavori come l’imbiancatura delle pareti o verifiche degli impianti). Altre 30 abitazioni saranno inserite nei bandi del social housing e 12 collocate negli elenchi Erp (edilizia residenziale pubblica) del Comune di Venezia.

«Con questo atto -, ha sottolineato Sergio Pomponio, sub-commissario prefettizio con delega alla casa – si completa un percorso legato alle problematiche abitative a cui abbiamo dato risposte positive, incrementando le risorse a sostegno della morosità incolpevole, nonostante le difficoltà economiche dell’Ente». «Stiamo definendo accordi con le amministrazioni locali che vadano oltre l’emergenza contingente –  ha aggiunto il presidente di Ater, Alberto Mazzonetto – e puntino a ottenere delle soluzioni concrete e definitive». Nonostante l’accordo resta pesante l’emergenza casa in laguna. Secondo il tribunale di Venezia sono 467 le procedure di sfratto riferite al primo semestre del 2014, di cui 119 eseguite.

Tags: ,