Bassano, Referendum su Ponte Vecchio?

Costruire il nuovo Ponte degli alpini in pietra oppure in legno? A deciderlo potrebbe essere una consultazione popolare. L’amministrazione di Bassano potrebbe infatti affidare ai cittadini la questione del prossimo restauro. Al momento l’unica cosa certa è che l’attuale copertura in pietra, cemento e ciottoli andrà alleggerita e sostituita, e per farlo restano due ipotesi: la prima, più vicina al progetto iniziale di Andrea Palladio, ripristinerebbe una copertura mista realizzata in legno e cotto. La seconda manterrebbe il marmo e i ciotoli portati dal restauro degli anni ’90, ma con una struttura più leggera.

«La progettazione – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Roberto Campagnolo, a Il giornale di Vicenza – è in linea col calendario che ci eravamo dati. Tutte e due le ipotesi, legno o pietra, sono percorribili. Vorremmo coinvolgere nella decisione i nostri concittadini». Tuttavia, per una ragione di risorse e costi, sembra improbabile la realizzazione di un vero e proprio referendum mentre sarebbe più facile utilizzare la forma del sondaggio. L’idea di tornare al legno, dopo che negli ultimi decenni il piano di calpestio è  stato coperto prima dall’asfalto, poi da pietra e ciottoli, nasce dall’eccessivo peso che trasmetterebbe la copertura sulla struttura in legno, e che favorirebbe il ristagno dell’umidità nella parte non visibile del monumento.

Tags: