Diamanti: «Zaia? premiato perché fa poca politica»

«Zaia nei cinque anni del suo mandato non ha fatto niente (…) I veneti non amano i politici che si intromettono troppo nella loro vita. Questa è terra dove l’individualismo è un valore assoluto, dove l’arte di arrangiarsi definisce la graduatoria sociale. Zaia l’ha capito benissimo ed ha assecondato questa propensione evitando di incidere in profondità e facendo poca politica». Lo dice il politologo vicentino Ilvo Diamanti in un’intervista al Giornale di Vicenza.

«Alessandra Moretti – prosegue l’analisi di Diamanti – non era il candidato ideale per opporsi a uno dei governatori con l’indice di gradimento più alto in Italia. La verità è che in questo momento solo Renzi in persona avrebbe potuto giocarsela con Zaia. Chiunque altro avrebbe perso. Magari con uno scarto inferiore a quello di Moretti, che tra l’altro a Vicenza è andata peggio che altrove…Ecco, questo atteggiamento è tipico dei vicentini. E tipico anche della sinistra».