Marin (Fi): «Renzi scarica su cittadini debolezza in Ue»

«Chiuse le urne, ecco che arriva la “sorpresa” che il governo teneva in caldo per i cittadini: a neppure 24 ore dal voto, dal Viminale è partita l’ennesima circolare per trovare nuovi posti letto ai migranti che continuano a sbarcare in massa sulle nostre coste. Si continua quindi a scaricare sugli enti locali l’incapacità del governo Renzi di incidere in Europa». Lo dichiara, in una nota, il senatore e coordinatore regionale veneto di Forza Italia, Marco Marin.

«Per essere più chiari: anziché lavorare in Europa per ottenere quel sistema delle quote che appena promesso è già in procinto di naufragare, l’esecutivo preferisce fare la voce grossa in casa propria, imponendo un’accoglienza a oltranza. A differenza del governo che aspetta il post-elezioni per dare “la cattiva notizia” ai territori, noi restiamo coerenti: la sicurezza degli italiani viene prima di tutto. Per questo abbiamo votato contro la depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina e ci siamo duramente opposti alla fallimentare operazione Mare Nostrum. E per questo continuiamo a dire no ad un governo che scarica sugli italiani la sua debolezza in Europa», conclude.