Prima rata Tasi, 2,3 miliardi a Comuni

Saranno circa 2,3 miliardi di euro, di cui 1,6 relativi alla prima abitazione, quello che incasseranno i Comuni con la scadenza della prima rata della Tasi prevista per il 16 giugno. I sindaci, rileva la Cgia, hanno tempo sino al prossimo 30 luglio, termine di approvazione del bilancio comunale di previsione, per decidere le aliquote, le detrazioni e le tariffe dei tributi locali. Ad oggi solamente un migliaio di amministrazioni comunali (il 14% per cento del totale) ha provveduto a deliberare le aliquote e le detrazioni della Tasi per l’anno in corso.