Padova, finanziamento illecito: Destro indagata

450 mila euro per 18 facciate di uno studio di fattibilità sulle opportunità di business nel settore portuale a Nordest. Che, tra l’altro, sono un copia-incolla da alcuni comunicati stampa dell’autorità portuale di Venezia e Trieste. Questo il prezzo di una “consulenza” pagata a peso d’oro a Giustina Mistrello Destro, 69 anni, ex parlamentare ed ex sindaco di Padova ed ora indagata per il reato di finanziamento illecito a parlamentare.

Il pubblico ministero Maria D’Arpa ha chiuso le indagini, basate su un’inchiesta che è passata al vaglio delle procure di Imperia, Roma e Padova. L’inchiesta ruota attorno al progetto da 400 milioni per il porto turistico di Imperia, portato avanti dall’ex ministro Claudio Scajola (a cui la Destro era politicamente legata) e dall’imprenditore romano Francesco Bellavista Caltagirone, poi accusato di evasione fiscale e truffa ai danni dello stato. E sono state proprio le società di Caltagirone a pagare le fatture emesse da Giustina Destro, per l’importo totale di 450 mila euro.