Venezia, scalo per agroalimentare da Sud America

Venezia apre una rotta commerciale tra la laguna, l’Argentina e l’Uruguay all’insegna del trasporto degli agrumi. A partire da inizio luglio, Venice Green Terminal, primo hub a temperatura controllata nel Porto di Venezia, avvia nuove opportunità di import argoalimentari con lo sguardo rivolto verso il Sud America. Il 4 luglio infatti approda sulle banchine veneziane, a bordo della nave cargo Bjorg un carico di limoni dall’Argentina del produttore San Miguel, uno dei più importanti player sudamericani dell’ortofrutta. Due settimane dopo, un altro carico di agrumi approderà dall’Uruguay, sulle banchine veneziane.

A fare da regista tra produttore argentino e l’importatore italiano (con base in Emilia Romagna) è Venice Green Terminal, la nuova struttura frigorifera in grado di sdoganare, accogliere, conservare e distribuire prodotti freschi, deperibili o che richiedono particolari condizioni di mantenimento in “catena del freddo” (garantendo cioè che tutte le operazioni avvengano a un regime di temperatura controllato). La posizione strategica di Venice Green Terminal rispetto al quadrante Mediterraneo e Adriatico e in relazione con i mercati del Nordest e del Nord Europa, ha reso vantaggioso operativamente ed economicamente scegliere Venezia come punto di approdo per chi importa dall’Argentina sia per le consegne via terra che per la ridistribuzione susseguente allo sbarco.

Tags: ,