Disabili, riapre spiaggia di Nemo a Jesolo

Sull’arenile antistante l’ospedale di Jesolo ha riaperto la spiaggia di Nemo, con i suoi 56 ombrelloni provvisti di piazzole per la sosta di carrozzine, lettini, parcheggio fronte mare, servizi igienici e servizio di salvataggio dedicati. A conferma della propria vocazione turistica e dell’attenzione nei confronti delle persone “fragili”, l’Ulss 10 ripropone anche quest’anno il tratto di spiaggia che nel 2014 ha riscosso gli apprezzamenti di molte associazioni, cooperative, enti, ma anche di tanti turisti diversamente abili e accompagnatori che, dopo essere approdati a Jesolo, hanno saputo dell’esistenza e utilizzato la Spiaggia di Nemo durante le vacanze.
L’Ulss10, unica Azienda sanitaria pubblica in Italia a fornire gratuitamente un tratto di arenile dedicato alle persone diversamente abili, in accordo col gestore Jesolo Turismo, conferma la prenotazione degli ombrelloni, in via prioritaria dal lunedì al venerdì, ad associazioni e centri diurni per disabilità fisica. «È un fiore all’occhiello di questa Azienda sanitaria – spiega il direttore generale dell’Ulss10, Carlo Bramezza – la quale ogni anno mette in campo una organizzazione straordinaria di mezzi e di persone per assicurare vacanze in salute a oltre 13 milioni di presenze turistiche distribuite tra le località di Bibione, Caorle, Eraclea e Jesolo».