Ford e la responsabilità ambientale

Ford è arrivata al sedicesimo report sulla responsabilità ambientale in cui sono descritte le varie azioni intraprese per il conseguimento degli obiettivi prefissati. L’edizione 2015 illustra risultati di rilievo raggiunti dalla casa nel corso dell’ultimo anno, in cui spicca la fabbrica di Hermosillo, in Messico,che opera ora in regime di “rifiuti zero“, implementando forme di riciclaggio e riutilizzo del 100% degli scarti di lavorazione con un conseguente riutilizzo annuale di circa 700 mila tonnellate di materiali. Inoltre lo stabilimento ricicla il 100% dei solventi, mentre tutto l’alluminio in eccesso viene raccolto e riutilizzato nella produzione successiva.

Da segnalare poi che Ford ha già ridotto del 40%, tra il 2007 e il 2011, la quantità di rifiuti non riciclati e attualmente opera in regime di rifiuti zero in 28 impianti in tutto il mondo, di cui 13 in Nord America, 7 in Europa, 5 in Asia Pacific e 3 in Sud America.

Nell’ultimo report sulla sostenibilità vengono confermati le scadenze prefissate per il raggiungimento di un obiettivo ambizioso, ovvero la riduzione del 30% delle emissioni medie di CO2 dei veicoli Ford in tutto il mondo tra il 2010 e il 2025, mentre tra il 2013 e 2014 le emissioni di CO2 dei suoi mezzi sono state abbassate mediamente di oltre il 2,4%.

Altra evidenza nel rapporto è la diminuzione dell’utilizzo globale di acqua negli ultimi anni grazie alle importanti modifiche ai processi produttivi e lo scorso anno il marchio dell’ovale blu ha annunciato una riduzione del 30%, dal 2009, delle risorse idriche necessarie alla produzione, ottenendo questo risultato con un anticipo di 2 anni.

Tags: