“Per Veneto Banca”, Carraro presidente

“Per Veneto Banca”, la neonata associazione di azionisti della popolare di Montebelluna, ha tenuto ieri a Mestre la prima assemblea per eleggere i propri vertici. Il vicentino Diego Carraro, titolare della Mecc Alte di Creazzo, è il nuovo presidente mentre suo vice sarà il trevigiano Bruno Zago, numero uno del gruppo Pro-Gest di Istrana. Nell’ufficio di presidenza sono stati eletti il “re” dei prosciutti, Luca Ferrarini, e il veneziano Loris Tosi, avvocato docente di diritto tributario a Ca’ Foscari. Il segretario generale sarà Matteo Cavalcante affiancato dal revisore Gianandrea Todesco, mentre del collegio dei probiviri fanno parte il professor Antonio Viotto, il notaio Francesco Candiani e l’avvocato Carlo Rossi Clauvenet.

Nel corso dell’assemblea sono stati ribaditi gli obiettivi dell’associazione: «promuovere e realizzare un’attiva e consapevole partecipazione dei soci alla vita economica e sociale di Veneto Banca, al fine ultimo di tutelare gli interessi comuni dei soci e l’interesse sociale della banca, in particolare per la sua stabilità e redditività». In particolare con «la formazione di organismi societari, in discontinuità con il passato, di riconosciuta competenza e professionalità, non collegati alla banca da significativi rapporti di natura economico-finanziaria ed espressione del capitale». Infine è stata sottolineata l’importanza di «valutare ogni opportunità di crescita e di sviluppo, anche mediante operazioni di concentrazione ed integrazione con altri istituti di adeguato standing».