Sgravi contributivi, Venezia fa causa allo Stato

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La Giunta comunale di Venezia ha deciso di far causa allo Stato italiano sul tema degli sgravi contributivi non dovuti, riguardo ai quali l’Europa ha invitato l’Italia a recuperare le somme. La decisione politica è stata annunciata dal sindaco, Luigi Brugnaro, che studierà con la propria avvocatura civica la delibera speciale necessaria a tal fine, che verrà presentata a settembre, dando nel contempo modo ai privati di aggiungersi alla causa. La Giunta, nel contempo, ha deciso in merito con delibera formale di accantonare a tal fine alcune poste. «Sono soldi – ha sottolineato Brugnaro, dopo aver riassunto le tappe della vicenda – che abbiamo sottratto ai cittadini, non potendone disporre per altre poste. E’ per questo che intendiamo veder riconosciuto il diritto di addebitare queste cifre a Roma. E, in questa partita, il Casinò ha ancora più ragioni dello stesso Comune, in quanto non ha posto in essere alcuna falsa concorrenza».

Tra le altre delibere adottate dalla Giunta nella seduta di questa settimana, la domanda avanzata alla Regione Veneto per ottenere un finanziamento di 100.000 euro per potenziare la videosorveglianza e la centrale operativa, l’inserimento del confermato “Festival della politica” della fondazione Pellicani all’interno della “Settimana della politica” che coinvolgerà tutta la città (così come il “Settembre mestrino”, che diventerà “Da San Michele alla Sortita”, durando dal 26 settembre al 27 ottobre).

Tags: , ,

Leggi anche questo