«Elton fora i schei». Ma il cantante ha già dato

Scivolone per Brugnaro che risponde, sempre via Twitter, alle critiche di Elton John. Il baronetto pochi giorni fa aveva definito il sindaco di Venezia uno «sciocco, borioso, bigotto» per la sua «stupida» decisione di ritirare dalle scuole dei libri “gender”. La replica del primo cittadino si è fatta attendere ma neanche troppo, come spiega il Mattino di Padova. «Caro #EltonJohn Lei mi offende per sostenere le sue ragioni ma credo che rappresenti bene solo l’arroganza di chi è ricco e può fare tutto». Poco dopo: «caro ricco #EltonJohn lei che ama così tanto la mia #città oltre a comprarsi una casa, quali risorse ha mai offerto per salvare #Venezia?». E, ancora: «caro #EltonJohn & compari vi sfido a donare risorse vere per salvare #Venezia. Passiamo ai fatti, fora i schei #EltonJohn». «Vediamo se è capace di firmare assegni per Venezia. Sarebbe bello».

Ed ecco che arriva lo scivolone. Sir Elton, di “schei” a Venezia, ne ha già dati. Magari non direttamente ma il sindaco dimentica che il cantante, con casa alla Giudecca, ha organizzato due grandi concerti donando l’incasso alla città. Dopo centinaia di commenti pro e contro, Brugnaro ammette che sì, forse un contributo Elton John l’ha lasciato a Venezia, ma lontano nel tempo: «penso di sì che abbia suonato, ma Lei capisce che stiamo parlando di tanti anni fa. E poi?», rivendicando di essere stato a sua volta uno dei soci fondatori della Fenice rinata e di destinare ora il suo stipendio da sindaco a un fondo vincolato per famiglie bisognose.

Tags: ,