Un autunno di turismo per l’Italia

Settembre caratterizzato dal turismo per l’Italia. Permanenze culturali, trainate da Milano per l’effeto Expo, e permanenze balneari almeno fino a metà mese, tempo permettendo. Renzo Iorio, presidente di Federturismo, assicura al Sole 24 Ore: «la percezione è positiva. Stimiamo una crescita di presenze del 6-7% rispetto a settembre 2014». Per quanto riguarda la stagione estiva le stime di Federturismo per il bimestre luglio – agosto illustrano: «per occupazione camere e prezzi medi luglio ha registrato un +10% e agosto un +12%». Rispetto all’anno scorso in crescita anche i flussi internazionali «grazie a tedeschi e inglesi per i quali settembre è un ottimo momento per frequentare le coste della penisola. Periodo favorevole anche per i cicloturisti da oltreoceano».

Il sito Venere.com rivela che per soggiorni a settembre e ottobre «gli italiani hanno scelto, più che negli anni passati, mete italiane: 40% a settembre contro il 33% dello scorso anno e 33% a ottobre contro il 27% del 2014. Tra le più gettonate, forte crescita di Firenze e Toscana e, in ottobre, Milano (+200% rispetto al 2014)». Di netta ripresa delle città d’arte parla il comparatore alberghiero Trivago: «nella top ten le prime tre posizioni sono detenute da Roma, Venezia e Milano». Mantengono il trend positivo anche le crociere. La società Cemar stima che tra settembre e ottobre i passeggeri movimentati nei porti italiani saranno circa 2,8 milioni rispetto ai 2,7 del 2014 e i porti più trafficati saranno Civitavecchia, Venezia, Napoli e Genova.

Tags: