Camposampiero e Singapore, la Chiesa cambia

Loreggia, Loreggiola, Santi Pietro e Paolo di Camposampiero, Rustega di Camposampiero, Massanzago, Zeminiana, San Dono e Fossalta di Trebaseleghe: ecco le parrocchie del Camposampierese destinate a riunirsi in unica Unità Pastorale. Metteranno in comune i sacerdoti e le ricchezze di cui dispone ogni parrocchia. Verrà formato un Consiglio della Collaborazione, coordinato da uno dei sacerdoti e formato da rappresentanti dei religiosi e dei laici di ogni parrocchia, a cui sarà affidata la gestione dell’Unità. «Di certo è un passaggio importante, una risposta forte e adeguata ai grandi cambiamenti in atto, aperta al dialogo e al confronto all’interno della Chiesa» spiega al Mattino don Claudio Bosa, parroco dei Santi Pietro e Paolo di Camposampiero.

Nel frattempo, dall’altra parte del mondo, la New Creation Church ha commissionato all’architetto statunitense Andrew Bromber un luogo di culto denominato “The Star”, una sorta di chiesa-shopping centre che ospita negozi e ristoranti, oltre a un enorme auditorium di 54 mila metri quadri dove si tengono le funzioni religiose (davanti a un pubblico di 5 mila fedeli) ma anche concerti rock e altri eventi, necessari per finanziare le attività della comunità religiosa.

Tags: ,