Gender, Vaticano stizzito: lettera strumentalizzata

Il Vaticano interviene a fornire alcune precisazioni riguardo al contenuto della lettera firmata dalla Segreteria di Stato e ricevuta da Francesca Pardi, editrice e autrice di libri per bambini alcuni tra i quali affrontano le tematiche gender ed educano al rifiuto della discriminazione di genere. Si tratterebbe di una benedizione alla persona, che aveva a sua volta scritto al Papa, e non alle sue attività. «È del tutto fuori luogo una strumentalizzazione del contenuto della lettera – si legge in una nota, riportata dal Corriere del Veneto – la benedizione del Papa nella chiusa della lettera è alla persona e non a eventuali insegnamenti non in linea con la dottrina della Chiesa. In nessun modo la lettera della Segreteria di Stato intende avallare comportamenti e insegnamenti non consoni al Vangelo».

Sulla questione è tornato ieri anche il sindaco Luigi Brugnaro, da tempo impegnato nella polemica sui libri gender: «qualsiasi cosa abbia detto Papa Francesco, a me sta bene. L’importante è che le famiglie abbiano la prima e l’ultima parola in fatto di educazione dei figli sulla sessualità e siano loro a scegliere quali fiabe leggere ai bambini».