Vicenza, un matrimonio civile su tre è misto

Secondo un’analisi dell’Ufficio statistica del Comune di Vicenza le coppie che nel 2014 si sono spostate con rito civile erano per un terzo miste, con un coniuge di cittadinanza italiana e l’altro straniero, confermando un trend di aumento che prosegue ormai dal 2008. Più precisamente, le unioni miste sono state 57 su un totale di 181, mentre 97 sono stati i matrimoni tra due italiani e 27 tra due sposi stranieri. Ma tornando ai matrimoni misti, è interessante osservare che, nonostante la frammentazione tra le nazionalità degli sposi stranieri, le donne vicentine hanno prediletto mariti statunitensi (6), tunisini (4) o marocchini (3). Le mogli straniere, invece, sono soprattutto russe e ucraine.

«È un bel segnale di integrazione quando si uniscono in matrimonio italiani e stranieri, segno che viviamo in una città matura», ha commentato l’assessore alla semplificazione Filippo Zanetti al Giornale di Vicenza. E il consigliere comunale con delega alle pari opportunità Everardo Dal Maso, che ha il primato per quanto riguarda la quantità di matrimoni misti celebrati, racconta: «Ho assistito a delle scene fantastiche. In una delle ultime celebrazioni, la sposa marocchina si è presentata in abiti tradizionali. Un’altra volta, in occasione del matrimonio di una vicentina con un irlandese, gli ospiti erano in kilt. Tanti i giovani che si sono conosciuti durante esperienze di studio all’estero».

Tags: ,