Estate da record: tutto esaurito in Veneto

Estate da record per gli alberghi del Veneto: registrato il tutto esaurito. A soffrire di più l’ambito extralberghiero, in particolare i proprietari di appartamenti.  Ottimo risultato reso possibile dal clima torrido che si è riversato sul Belpaese e ha contribuito al ritorno di turisti tedeschi, austriaci, svizzeri e provenienti dai Paesi dell’Est. Una stagione da ricordare ma per festeggiare bisogna attendere, come afferma il presidente i Federalberghi Veneto, Marco Michielli alla Nuova Venezia: «siamo moderatamente soddisfatti perché non dobbiamo dimenticare che se quest’anno il segno e le percentuali saranno positivi, è anche vero che l’estate scorsa la stagione era stata all’insegna delle grandi piogge. Inoltre, Paesi come Spagna o Francia hanno fatto molto più di noi, intercettando quel turismo che ha disertato Marocco, Tunisia e Turchia. Quindi attendiamo i dati, ma dobbiamo riflettere. Dobbiamo puntare molto su nuovi voli aerei per portare qui altri turisti della Germania più interna che ancora non arrivano, migliorare le strade e i collegamenti verso il mare, avere insomma delle infrastrutture che siano adeguate alle esigenze di un turismo internazionale».

Ottime previsioni per quanto riguarda il meteo e le presenze per il mese di settembre. «Il calendario ci dà una mano, le scuole iniziano abbastanza avanti, dunque avremo sicuramente più famiglie italiane, che già sono arrivate in questo periodo approfittando del calo dei prezzi. Abbiamo richiesta di molti italiani, ma ci sono anche tanti tedeschi e austriaci dopo il ferragosto. Credo che se il tempo reggerà anche a settembre, avremo molte sorprese. Per adesso siamo al tutto esaurito nelle strutture ricettive», conclude il presidente dell’Aja, Massimiliano Schiavon.

Tags: ,