Eurodisneyland a Tessera, sì di Marchi

Un Eurodisneyland a Tessera? «Buona idea. Nell’area c’è spazio per tutto e non la vedo in contrasto con lo sviluppo dell’aeroporto, anzi credo possa essere sinergico a patto che ci sia un’adeguata programmazione coordinata». Parola di Enrico Marchi, presidente di Save che, intervistato dal Corriere del Veneto, appoggia la proposta del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, per la creazione di un parco divertimenti a tema di livello europeo a Tessera City, la cittadella destinata a diventare un polo per lo sport e il tempo libero. Attorno all’aeroporto sui terreni del Casinò, spiega Marchi, «potrebbe nascere la Marco Polo Airport City sviluppando alberghi, funzioni direzionali, parchi, stadi, fiere. Ben vengano idee come quella del sindaco». Il modello è quello della città aeroportuale di Amsterdam: «Venezia avrebbe così un grande aeroporto, la città storica e occasioni di divertimento e apprendimento».

«Venezia ha vissuto una lunga stagione del “no”. Spero sia finita e mi fa piacere che abbiano preso pochi voti tutti i politici che hanno bocciato e bloccato lo sviluppo dell’aeroporto», aggiunge riferendosi all’opposizione di diversi consiglieri comunali. E sulla Tav Marchi conclude: «Save a breve firmerà un protocollo con le Ferrovie per realizzare al Marco Polo la stazione Tav. Quello di Venezia è un hub intercontinentale e uno dei nodi europei è l’accessibilità al treno. (…) la stazione dell’aeroporto sarà collegata all’Sfmr, il metrò regionale, che la collegherà a Padova e Treviso. Il tram no: è già stato una sciocchezza portarlo a Venezia, evitiamo di farlo proseguire fino in aeroporto».