Venezia arte, Slip of the Tongue

09/04/2015 – 30/11/2015

Slip of the Tongue

Centro d’arte contemporanea Punta della Dogana- Dorsoduro 2  Venezia

Non è solo come artista, ma anche come “curator” che Danh Vo è stato chiamato a collaborare con Palazzo Grassi. Il titolo dell’esposizione (“lapsus”) si ispira a quello di un’opera dell’artista Nairy Baghramian con cui Danh Vo intrattiene una conversazione attiva e di cui sono presenti in mostra tre installazioni. Il suo cuore pulsante è costituito da due composizioni straordinarie dell’artista americana Nancy Spero. Prima di tutto, lo splendido Codex Artaud: trentaquattro fragili rotoli composti di strisce di carta, che raccolgono una forma ibrida di scrittura-disegno-pittura e che possono essere letti come un’attività di “ripristino”, da parte dell’artista americana, del furore e della frustrazione che lo scrittore francese Antonin Artaud ha posto alla base del suo linguaggio incandescente. Cri du Coeur, ultima installazione monumentale dell’artista, esprime il dolore intimo del cordoglio, “adattato”, vale a dire indirizzato, alle migliaia di persone colpite nello stesso momento dai disastri bellici e ambientali, anonimi con cui Nancy Spero crea un legame. L’articolarsi tra la dimensione interpersonale della relazione e la sua dimensione sociale informa anche i progetti di curatela precedentemente condotti da Danh Vo, che riguardano artisti che non necessariamente ha conosciuto, come Felix Gonzalez-Torres, Martin Wong o l’amica Julie Ault. Questo modo di immaginare l’attività dell’artista in una dimensione di cura, di salvaguardia, di violenza perpetrata sugli oggetti e di “riparazione” più che di interpretazione, sembra appartenere a ognuno degli oggetti che compongono l’esposizione “Slip of the Tongue”. Costituisce anche il filo conduttore della scelta di opere nella Collezione Pinault. Tra i 35 artisti che Danh Vo ha scelto di invitare, si delinea e si sviluppa un dialogo cui dà forma una fotografia di Robert Manson che raffigura una cavalletta con la mano che la regge e fa da supporto e sostegno, immobili nella reciproca attenzione.

Sostieni AreaArte ed entra nel circuito delle principali attività culturali del territorio.

Tags: ,