Monsignor Pizziol: politicamente perfetto

La lettera del vescovo sul capo Liddell all’Olimpico è un piccolo capolavoro retorico. Complimenti, Eccellenza

Confesso che sono andato con una certa curiosità a leggere la lettera del nostro Vescovo sull’ormai famigerato e pubblicizzato spettacolo dell’Olimpico. Mons. Pizziol non è certo uno che ama tenere la scena. Quelle riflessioni devono essergli costate. Deve essersi quasi sentito costretto a farle.

Ebbene, devo dirlo, le ho trovate sublimamente perfette. Non vi è nulla da aggiungere o da togliere. Se esistesse una scuola del politicamente corretto, la lettera di mons. Pizziol potrebbe essere usata come documento di studio.

È come una palla liscia e accuratamente insaponata, una superficie vitrea e senza appigli. Impossibile contraddirla, criticarla, opporvicisi. Neanche un politico di lunghissimo corso, desideroso di non scontentare nessuno dei suoi potenziali elettori, avrebbe potuto far meglio.

Mi sono chiesto: ma chi mai avrà insegnato al Vescovo quest’arte sopraffina? Qualcuno che magari questo spettacolo non vedrà, ma che lo ha promosso? Non si sa. In ogni caso la lezione è stata davvero magistrale.
Mi congratulo, Eccellenza.

Il Vescovo, poi, giustamente, prende spunto dalla trasfusione di sangue che si vedrà in scena per invitare tutti a iscriversi all’Avis. Un’ottima proposta. Utile e benefica.

Mi permetto, senza nulla togliere alla completezza del suo discorso, di suggerire al Vescovo un’altra utile considerazione. Gli spettatori potrebbero prendere spunto dai nudi che si aggireranno in scena per riflettere sulla necessità di risparmiare nel vestiario scegliendo un’evangelica modestia. Dando il risparmiato ai poveri.

Stavo riflettendo su queste cose, quando ho visto su questo giornale online il contributo del mio amico Maurizio Dal Lago. Glielo dico sempre: perché ce l’hai col nostro buon Vescovo, che lo critichi sempre?

Questa volta anche Maurizio si è dovuto arrendere. La palla era troppo liscia e troppo accuratamente insaponata. Non si poteva neanche calciare.