BpVi e Veneto Banca, le azioni di Amenduni, Mastrotto & C.

Si fa sempre più accesa la partita delle azioni delle popolari venete. Banca Popolare di Vicenza, messa alle strette dalle ispezioni della Bce deve fare la terza ricapitalizzazione in tre anni. Ma dopo la svalutazione del 25% del valore delle azioni (da 62,5 a 48 euro), reperire quei 1,5 miliardi da vecchi e nuovi soci ormai sfiduciati potrebbe essere più difficile del previsto. Come riportato dal Corriere Economia, fra di essi ci sono sono il fondatore della Fai Giovanni Bettanin e il presidente di Confindustria Veneto e membro del cda della banca, Roberto Zuccato. Ma anche il gioielliere Roberto Coin (30.043 titoli attraverso una spa), il re del pane Luigi Morato (507.993 titoli), fino a diverse concerie di Arzignano, con Rino Mastrotto in testa (in portafoglio ha 57.472 azioni della Vicenza e 88.180 di Veneto Banca). Vi è poi il mondo della moda con Silvano Ravazzolo (Confrav) e il re delle scarpe da donna, René Fernando Caovilla (120.271 attraverso la srl di casa e 291.327 personalmente). Banca Ifis ha 156.660 azioni della Vicenza, la Cattolica di Assicurazione 865.186 (partecipazione incrociata).

Non va meglio a Montebelluna dove il valore del titolo di Veneto Banca è sceso a 30,5 euro e si prospetta un aumento di capitale da 800 milioni. L’anima imprenditoriale è ben presente all’interno dell’associazione Per Veneto Banca e del cda dell’istituto. Della prima fanno parte l’immobiliarista Giorgio Batacchi e il re del prosciutto Luca Ferrarini. Nel cda della banca invece troviamo il vicepresidente Alessandro Vardanega (Cotto Possagno), e il consigliere Matteo Zoppas mentre Pierluigi Bolla è consigliere a Montebelluna e socio a Vicenza (4.500 azioni). Nicola Amenduni, ha ridotto la partecipazione a Vicenza e oggi la sua azienda, le Acciaierie Valbruna, è socia della Veneto con 319.770 azioni, poche di più di Pietro D’Aguì di Bim (315 mila). Non mancano le assicurazioni: da Cattolica (277.777) ad Hdi (1.008.833) alle Generali (621.990) e, tra i primi azionisti, c’è anche il salumificio Fratelli Beretta (475.963 azioni).