BpVi, azione di responsabilità contro Sorato

Si rafforza l’ipotesi che i vertici della Popolare di Vicenza presentino un’azione di responsabilità contro l’ex amministratore delegato Samuele Sorato, allontanato dal gruppo lo scorso maggio con un accordo di buonuscita da 5 milioni di euro. E’ quanto riferiscono all’Ansa fonti finanziare. Oltre a Sorato potrebbero finire nel mirino della banca anche i due ex vice direttori generale Emanuele Giustini e Andrea Piazzetta. Dalla sede della banca vicentina non arriva nessun commento e nessuna smentita in merito alla possibile azione di responsabilità ai danni dell’ex prima linea.

Al centro dell’azione, però, si presume che possano esserci i due recenti scandali emersi intorno alla banca presieduta da Gianni Zonin. Scandali su cui Bce e Consob stanno perfezionando le proprie ispezioni. Nei mesi scorsi, infatti, la banca ancora sotto la guida di Sorato aveva erogato finanziamenti per 974,9 milioni di euro a propri clienti allo scopo di far comprare loro azioni della banca stessa. Tra gli altri aspetti su cui si attendono chiarimenti, e su cui la Commissione ha acceso un faro, ci sarebbe anche il processo che ha portato alla definizione della proposta di aggiornamento del valore delle azioni da 62,5 a 48 euro deliberata dal consiglio di amministrazione.