Salvini: «Zaia premier». Lui: «no grazie»

«Luca, io sono un barricadero, mi muovo sul territorio da militante, non aspiro a incarichi di Governo. Tu sei un amministratore, hai fatto bene il ministro, la gente ti apprezza e intercetti consensi oltre lo steccato della Lega. Sei il nostro candidato naturale a premier del centrodestra. Forza Italia e gli altri storcono il naso a sentire il mio nome, ma nel tuo caso le obiezioni cadrebbero». Così il leader della Lega Nord Matteo Salvini si è rivolto al governatore del Veneto Luca Zaia a margine di un comizio congiunto sul palco di Cittadella.

Ma come riporta La Nuova Venezia quest’ultimo si sarebbe tirato indietro rinunciando all’investitura: «Ho il compito di governare il Veneto per cinque anni -ha detto Zaia -, è un patto con gli elettori che mi hanno espresso fiducia, non posso deluderli, il candidato naturale sei tu, in quanto segretario federale del partito». Secondo le indiscrezioni Salvini preferirebbe Zaia al leader lumbard Roberto Maroni. Ma non è l’unico ad avere simpatie per il trevigiano ex ministro dell’agricoltura: anche Silvio Berlusconi infatti vedrebbe di buon occhio il presidente del Veneto come leader unico del centrodestra.

Tags: , ,

Leggi anche questo