Tav Bs-Pd, Rfi promette: minor impatto

Per la linea ad alta velocità Milano-Venezia «a dicembre 2016 è prevista l’attivazione della Treviglio-Brescia, mentre i consorzi per la Brescia-Verona e la Verona-Padova stanno lavorando sulle progettazioni definitive». Lo ha reso noto oggi l’ad di Rfi, Maurizio Gentile, a margine del Forum ferroviario Italia-Balcani a Trieste. «Abbiamo già una discreta copertura economica – ha aggiunto Gentile – perché le leggi di stabilità 2014 e 2015 hanno assegnato a questa tratta circa 4 miliardi».

«Anche con il Comune di Vicenza è in corso un’interlocuzione molto positiva, con uno studio di fattibilità che va rivisto in alcuni particolari, a da qui alla fine di quest’anno potremo presentare i progetti definitivi. Sulla Brescia-Verona il progetto definitivo c’è già e stiamo concludendo la valutazione del costo con il consorzio per poi avviare i lavori. Anche i dubbi e problemi sollevati dalle comunità sono stati affrontati cercando di recepire tutti i dubbi. Ad esempio, dagli iniziali 200 ettari di terreno sacrificati siamo passati a poco più di 30. Quindi – ha concluso – anche con una forte riduzione dell’impatto sulle attività economiche di quelle zone».