Assicurazioni sanità, Assidoge nel mirino

La Corte dei Conti contesta alla Regione l’assegnazione in monopolio ad Assidoge srl del comparto assicurativo della sanità veneta. In base agli accertamenti della Guardia di Finanza, ci sarebbe stato un danno erariale di 3.126.232 euro. La Assidoge veniva utilizzata dal’ex governatore Giancarlo Galan in affidamento diretto per scegliere le compagnie di assicurazioni che successivamente partecipavano alle gare d’appalto «per la gestione stragiudiziale dei sinistri di Rct delle Aziende Usl ed ospedaliere del servizio sanitario regionale».

Il monte assicurativo annuale della sanità veneta all’epoca ammontava a 80 milioni di euro. Assidoge, operando in regime di monopolio quasi assoluto con una provvigione del 15%, riusciva ad intascarsi fra gli 8 e i 10 milioni di euro l’anno. Saranno chiamati a rifondere tutti i funzionari regionali che hanno in qualche modo partecipato all’affidamento dell’incarico e non risultano politici coinvolti.

Tags: