Finanziatori, ecco la lista di Bitonci

Il Corriere del Veneto di oggi ha pubblicato la lista dei finanziatori della campagna elettorale di Massimo Bitonci. Nella sua sfida contro Ivo Rossi, l’attuale sindaco di Padova ha speso 93 mila 282 euro e 33 centesimi. Di tasca propria, ha sborsato 15 mila euro poi a dargli una mano, sono stati tanti industriali, padovani e non, grandi e piccoli. Tra di loro: Francesco Canella , fondatore della catena di supermercati Alì Spa (7 mila euro); i fratelli Dino, Vittorio e Giuliano Tabacchi della Safilo Spa (6.500 euro). Oppure come Guglielmo Bedeschi dell’omonima Spa di Limena, (6 mila euro); la concessionaria d’auto Stimamiglio Spa (5mila); il veneziano Mattia Malgara della Fingelit Srl, della lista civica Venezia 2020 che, alle elezioni di tre mesi e mezzo fa, ha supportato la candidatura a sindaco di Luigi Brugnaro (4.900); Manuela e Gino Vittadello dell’Italamp Srl (4mila).

E ancora: Pierino Dal Bello della Sife Srl (3mila); Vincenzo de’ Stefani della Sit La Precisa Spa (3mila); Susanna Levorato della cooperativa Italgest (3mila); Francesco Paolo Pagnan dell’omonima Spa (3mila euro); Nicola Cristiani del Lions Club Padova Gattamelata (3mila); Riccardo Tosato , già membro del Cda di Est Capital Sgr Spa (3mila); Carlo Sabattini della Gvs Srl (3mila); il costruttore edile Emilio Schiavo (2mila); Roberto Rolle della Sirz Energy Srl (2mila); Umberto Rizzato dell’omonimo gruppo d’abbigliamento (2mila); Dino Rossi dell’omonima ditta di calzature (1.500); Emanuele Boccardo del consorzio Veneto Food (mille); Paolo Casati del Golf Club La Montecchia di Selvazzano (mille); Franco Colombini , già presidente del Centro Grossisti (mille); il dentista Marco De Bernardinis (mille); Ludovico Portalupi della Saet Spa (mille); e Giuseppe Agostosi , ex direttore generale della Grassetto Spa (mille).

Tags: ,