BpVi, Crimì (Pd): «magistratura faccia luce»

«Spiace apprendere la notizia che siano state  aperte indagini su presunte irregolarità operate dai vertici aziendali della Banca Popolare di Vicenza». A dirlo è il deputato vicentino del Pd Filippo Crimì. «Auspico che la Magistratura faccia luce con rapidità su questa intricata vicenda. Si deve intervenire velocemente a tutela delle migliaia di azionisti, correntisti e dei dipendenti dell’Istituto bancario, che in questi mesi e giorni vedono messi in pericolo i propri investimenti, risparmi e posti di lavoro – continua Crimì – La nuova indagine e la situazione problematica dell’Istituto, che dopo le svalutazioni e il taglio delle azioni, secondo l’indagine della Bce, ha chiuso il semestre con una perdita di oltre 1 miliardo di euro, mettono sempre più a dura prova gli investitori e i risparmiatori di cui la Banca ha forte bisogno – conclude – Spero che i piani di rilancio di cui la Banca si doterà, si rivelino efficaci, in grado di ricucire quel rapporto di fiducia con il cittadino e siano orientati alla massima trasparenza per ridare dignità all’Istituto bancario del nostro territorio».

Tags: ,