BpVi, Procura: possibili altri indagati

Potrebbero esserci anche nuovi indagati, alla luce dei risultati degli accertamenti in corso, tra i membri del cda della banca Popolare di Vicenza, oltre al presidente Gianni Zonin, a Giuseppe Zigliotto e Giovanna Dossena. A dirlo il procuratore di Vicenza Antonino Cappelleri (in foto) che ha coordinato l’indagine del pm Luigi Salvadori. Nell’inchiesta risulta indagato anche l’ex dg Samuele Sorato e due suoi dirigenti (anch’essi hanno lasciato l’istituto) tutti con l’accusa di aggiotaggio. Secondo Cappelleri, bisognerà attendere l’esito delle indagini sulla documentazione sequestrata ieri, fase conclusa quest’ultima, per accertare se alti dirigenti della Popolare di Vicenza si siano fatti prestare dall’istituto denaro per comprare azioni della stesso.

Per velocizzare l’inchiesta, Cappelleri sta valutando l’ipotesi di dare il compito non solo ad un unico pm ma ad un pool di sostituti della Procura berica. «Ora attendiamo se contro i sequestri – ha detto Cappelleri – ci sia un ricorso al Tribunale del riesame di Vicenza da parte dei legali degli indagati. Se ciò avverrà – ha rilevato – dovremo scoprire alcune delle nostre carte ma siamo pronti a farlo». Per questo il procuratore conta su una indagine veloce che entro un mese stabilirà le eventuali responsabilità delle persone coinvolte nelle indagini. «Non e’ escluso – ha concluso il procuratore – che qualche altro appartenente del cda venga indagato se dovessimo individuare qualcun’altro che si è fatto finanziare dalla Popolare per acquistare azioni della banca».

Tags: ,