Arena, si allarga fronte anti-copertura

«C’è tutta la facoltà di fare progettazioni, ma la copertura dell’Arena mi sembra un’opera quanto meno ambiziosa, se non inverosimile». Così sull’Arena Paola Marini (foto), dirigente dei Musei d’Arte e Monumenti del Comune di Verona commenta i progetti di copertura dell’anfiteatro romano per proteggerlo dal maltempo. «Sottoscrivo in pieno quanto dichiarato da Simonetta Bonomi, sovrintendente ai beni archeologici del Veneto», ha aggiunto. Marini il 30 novembre prenderà la guida delle prestigiose Gallerie dell’Accademia di Venezia.

Sulla vicenda prende posizione anche l’architetto Giovanni Castiglioni, dottore di ricerca in Conservazione dei Beni Architettonici e Specialista in Restauro dei Monumenti. Castiglioni ha inviato una lettera di piena adesione alla Bonomi: «una polemica sterile e inutile – si legge nella missiva – Invece di gettare i soldi in un inutile concorso sulla copertura, si pensi invece di impiegarli in una competizione architettonica che cerchi di risolvere gli scempi che derivano dallo spostamento e deposito delle scenografie o a quello dei camerini e dei servizi. Si dovrebbe poi riproporre l’idea meritoria di un “Museo dell’Arena”, che potrebbe aiutare il visitatore a comprendere le peculiarità del monumento e la sua storia millenaria, i molteplici usi e le trasformazioni».

Tags: ,