Brugnaro-Marchi, intesa (quasi) totale

Torna a splendere il sole tra Comune di Venezia e Save. Ieri l’ad Enrico Marchi (foto) e il sindaco Luigi Brugnaro si sono incontrarti per parlare di sviluppo aeroportuale, AeroterminalTessera city. E lc’è aria d’intesa. «Rispetto ad un passato in cui i rapporti della giunta erano conflittuali con Venezia, oggi il Comune di Venezia è meno conflittuale con la città», ha detto Marchi al Corriere del Veneto. Marchi? «L’ho sempre stimato come imprenditore in tempi non sospetti — spiega Brugnaro — E’ fuori discussione che sia un fuoriclasse nel suo mestiere e il Comune e questa città possono dare veramente tanto e una marcia in più anche a imprenditori come lui che si impegnano per creare i giusti equilibri all’interno di un ambito che vive una grandissima competizione».

Per l’Aeroterminal Ca’ Farsetti vuole l’accessibilità pubblica alla laguna per poter prevedere anche collegamenti con il centro storico. «I problemi non sono di rilievo», ha confermato il presidente di Save. C’è accordo anche sul collegamento ferroviario con lo scalo e la nuova Tessera city e per un parco divertimenti tematico nell’area del Quadrante. Ma se il sindaco vuole la Tav fino a Mestre, Marchi spera ancora di poter ottenere un collegamento con l’aeroporto.

Tags: ,