Crisi, Veneto riparte: tavola rotonda a Padova

In edicola arriva “Il patrimonio rigenerato”, inserto speciale incentrato sul Veneto e sul suo patrimonio culturale ed economico. L’inserto di 40 pagine, che si potrà trovare in edicola gratis con il Corriere della Sera, apre lo sguardo su una regione che dalla crisi vuole trovare una via d’uscita: dalla crisi nascono nuove alleanze, come un patto fertile tra le aziende e le università, scrive Dario Di Vico in uno degli editoriali. Ed è proprio sulla caparbietà dei veneti nel ricercare un’uscita dalla crisi che si aprirà la tavola rotonda di oggi (10 ottobre) alle 18.30, che si terrà pubblicamente all’Orto Botanico di Padova. Si discuteranno potenzialità e problemi, risorse e valori della regione.

Saranno presenti il governatore Luca Zaia, l’imprenditrice Elisabetta Armellin, il presidente di Piccola industria Confindustria Alberto Baban, il direttore artistico del Teatro La Fenice Fortunato Ortombina, il Ceo di VeronaFiere Giovanni Mantovani, il presidente del Consorzio di tutela della Doc Prosecco Stefano Zanette e, nel ruolo di moderatore, il direttore del «Corriere della Sera» Luciano Fontana. Si parlerà di economia, toccando temi dall’export al dinamismo dei distretti industriali quali l’occhialeria, il tessile, la concia e l’oreficeria. Ma si tratterà anche delle nuove forme di economia, come il polo della ricerca, e delle potenzialità che la regione può e deve sfruttare ripartire dopo questi anni di buio.