Biennale Venezia, apre spazio “Google Cultural”

La collaborazione Biennale-Google prende forma da oggi a Ca’ Giustinian, sede dell’ente culturale veneziano, con l’inaugurazione dello spazio dimostrativo “Google Cultural Institute @ Biennale Arte 2015”. Ovvero l’illustrazione dei risultati e delle tecnologie che permettono la partnership grazie alla quale sono state messe on line la mostra internazionale e le mostre di 80 Paesi in 70 padiglioni nazionali. All’apertura sono intervenuti il presidente della Biennale, Paolo Baratta, la responsabile Public Policy del Google Cultural Institute, Giorgia Abeltino, e l’Head of Country Operations del Google Cultural Institute, Luisella Mazza.

Lo spazio interattivo rimarrà aperto fino al 23 gennaio 2016, permettendo ai visitatori di vivere, o rivivere, un’esperienza interattiva della Mostra anche dopo la conclusione (22 novembre 2015). Sarà presentato per la prima volta in Italia il “Liquid Galaxy”, uno strumento composto da diversi schermi ad alta risoluzione affiancati che può offrire al pubblico l’esperienza di una visita virtuale della Biennale Arte 2015, attraverso le oltre 80 immagini Street View realizzate nelle aree espositive interne ed esterne dei Giardini e dell’Arsenale.