Prenotazioni mediche, progetto-pilota a Belluno

Stop alle code agli sportelli dei centri di prenotazione (Cup). Saranno infatti i medici stessi ad effettuare le prenotazioni per le visite e le prestazioni assistendo i cittadini nella scelta tra le opzioni proposte dal sistema regionale veneto. Succederà grazie all’introduzione della ricetta digitale la cui sperimentazione inizierà a dicembre nel territorio dell’Azienda Ulss n.1 di Belluno. «Il paziente al momento della scelta non sarà più solo – spiega Claudio Dario, presidente di Arsenàl.IT coordinatore del progetto pilota – ma potrà contare sulla valutazione del medico di fiducia».

Il progetto, precisa Dario, consente di «fornire servizi sempre più indirizzati a supportare il cittadino in un’ottica di sanità a km 0, con l’utente che si reca nelle strutture solo per ricevere prestazioni medico-sanitarie e non per mettersi in fila. Questo si traduce in una sanità a misura di cittadino». I cittadini potranno fare a meno di recarsi ai Cup: le prenotazioni, infatti, potranno essere effettuate già all’atto della prescrizione da parte del medico prescrittore. «Stiamo lavorando per andare incontro al cittadino – dichiara il direttore generale dell’Ulss 1 Pietro Paolo Faronato – l’obiettivo è fare in modo che quando una persona si reca dal proprio medico abbia l’opportunità di ottenere già una data per il proprio esame o per la visita senza essere costretta a passare per il Cup. Il centro prenotazioni potrebbe diventare un appoggio solo nel caso in cui un cittadino abbia bisogno di cambiare una prenotazione già effettuata».

Tags: ,