Carnevale Venezia, Maccapani direttore artistico

«Il Carnevale di Venezia è per forza dei veneziani e per i veneziani: per la prima volta lo vorrei con i veneziani». Così Marco Maccapani, nuovo direttore artistico del Carnevale di Venezia, ha presentato in Comune il suo programma. «La prima cosa da cui partire – ha proseguito – è il fatto che questo è ritenuto da tutti il Carnevale più famoso del mondo. Per questi tre anni ho progetti ambiziosi che, magari, alla fine, riusciremo a mettere in atto». Tra questi “Le arti e i mestieri di Venezia”, la sfilata acquea per la vittoria a Lepanto e la Festa delle Marie.

Tra le iniziative sarà lanciata anche un’app che aiuterà i visitatori. Esclusa invece la realizzazione di mega-palchi in Piazza San Marco (dove però si terrà l’evento sulle tradizioni veneziane “Le fabbriche di Venezia in Piazza San Marco”). Il budget di partenza della manifestazione, secondo quanto annunciato dagli organizzatori, sarà leggermente inferiore allo scorso anno e pari a circa 1,2,-1,3 milioni di euro. «Negli ultimi anni la manifestazione è molto decaduta – ha commentato il sindaco, Luigi Brugnaro -, perché si è allontanata dal suo senso popolare. Ma noi abbiamo bisogno dei cittadini e non dei grandi soloni. E l’idea bella che ho chiesto al nuovo direttore, che abbiamo scelto per la capacità e le competenze che porta, è proprio quella di realizzare un percorso corale.(…) Noi speriamo – ha concluso – che da una crisi generale della città, possa invece nascere, anche grazie al Carnevale, un risorgimento veneziano».

Tags: ,