Warhol e la pop art: «è un modo di amare le cose»

Oggi parliamo dell’eclettico padre e guru della fantasiosa Pop Art: Andy Warhol. Artista a tutto tondo, fu pittore, grafico e regista, nonché il più grande fautore del geniale concetto della commercializzazione dell’opera d’arte. Warhol fu uno degli artisti più celebri del XX secolo e fece delle serigrafie il suo tratto distintivo scegliendo come oggetto delle sue opere i personaggi dei fumetti e le icone simbolo del suo tempo: da Superman, a Popeye, passando per le bottiglie di Coca Cola e le lattine di zuppa, le immagini scelte da Warhol erano attinte dalla cultura di massa americana e poi elaborate in serie, in modo da portare alle estreme conseguenze il concetto di un’arte che doveva essere consumata.

 

 

Warhol è stato il protagonista di numerose mostre ed esposizioni che celebrano i suoi lavori coinvolgendo sempre moltissimo pubblico. Dal 24 ottobre al 25 novembre i lavori del poliedrico artista arriva a Vicenza grazia al Centro Commerciale Palladio che ospiterà “ANDY WARHOL in the City!”. Una straordinaria esposizione di 24 opere che fanno parte della collezione della New Factory Art inserite in un allestimento stile “street”. Tra le opere più conosciute troviamo l’immancabile Marilyn Monroe, il Time di Michael Jackson e il Montreux Jazz Festival. Si potranno inoltre ammirare le copertine di Interview Magazine, la rivista fondata proprio da Andy Warhol, e le cover di dischi dei Rolling Stones e dei Velvet Underground.

12052361_498247670335333_8593149609411553972_o__1447411684_92.223.199.18

Verrano inoltre coinvolte scuole ed artisti del territorio con numerosi eventi collaterali: esibizioni di ballo e canto sulle musiche omaggiando gli artisti che furono coinvolti nei progetti di Warhol, produzioni di opere a tema e tanto altro ancora.

Contenuto commerciale

Leggi anche questo