Allarmi bomba, psicosi a Venezia

Altri due allarmi bomba ieri a Venezia, dopo i due del fine settimana, fanno scattare il sospetto che qualcuno si stia divertendo a giocare con la paura. Secondo quanto riportato da La Nuova Venezia il primo allarme è scattato attorno alle 11 in Calle Marlona, dove un passante ha notato una valigetta abbandonata. La Calle è vicina a Palazzo Balbi e all’università Ca’ Foscari; sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e gli artificieri della polizia ma hanno capito subito che si trattava di un falso allarme: la valigetta era piena di cartacce e spazzatura.

Alle 15.30 la seconda chiamata: due borse abbandonate davanti ad una banca vicino a Ss. Apostoli, di cui una sola è stata ritenuta sospetta perché testimoni hanno riferito che l’altra era lì da molto tempo. Sono tempestivamente intervenuti vigili del fuoco, Suem e artificieri, che hanno fatto brillare la borsa. Oltre a questi due episodi si contano una decina di chiamate alla polizia e ai carabinieri per denunciare movimenti sospetti, a dimostrazione che a seguito degli attacchi di Parigi a Venezia si è scatenata una vera e propria psicosi.

Tags: ,