Veneto Banca, azione responsabilità contro ex cda

Secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto si è incontrato ieri un pool di legali ed esperti dell’audit di Veneto Banca, col compito di valutare un’azione di responsabilità contro il vecchio Cda. Quello di Flavio Trinca e Vincenzo Consoli, già invitato da Bankitalia a presentarsi dimissionario all’assemblea dei soci del 26 aprile 2014. La svolta arriva dopo il Consiglio di mercoledì, quando il valore delle azioni è stato fissato a 7,3 euro anche per i soci che col recesso intendono uscire dalla popolare di Montebelluna prima del passaggio in Spa.

Il che vuol dire un buon 76% in meno dei 30,5 euro fissati ad aprile. Ecco quindi che il nuovo Cda si trova a gestire la banca in un «contesto di assoluta eccezionalità», come si legge sulla relazione preparata per l’assemblea dei soci del 19 dicembre, in una vera e propria operazione di salvataggio. Da qui l’intenzione di procedere con l’azione di responsabilità, approvata all’unanimità dal Cda due settimane fa.

Tags: ,