Dolciaria Loison cresce del 10%

Crescita a due cifre nel 2015 per la Dolciaria Loison di Motta di Costabissara, a Vicenza. «Il nostro fatturato è aumentato più del 10% rispetto al 2014 – spiega Dario Loison al Giornale di Vicenza – Un risultato raggiunto soprattutto grazie al riposizionamento del prodotto in una nicchia di qualità». Loison esporta il 45% della produzione, una percentuale che sale al 50% per il periodo natalizio. La domanda è alimentata soprattutto dalla Francia, seguita dagli Usa. Ma «lavoriamo molto bene in Svizzera, Germania, Regno Unito e Olanda – spiega Loison – ma anche ad Hong Kong ed in Giappone. Abbiamo avuto inoltre un buon incremento in Canada ed in Australia. Siamo entrati nei mercati di Russia, Estonia, Lettonia e Lituania. E ci siamo estesi pure nei Caraibi, nelle Antille Olandesi, nelle Seychelles e nelle Isola Cayman, luoghi di villeggiatura dove gli chef acquistano e utilizzano prodotti di qualità».

Il cliente-tipo dell’azienda è «un gourmet amante del gusto. Interessato principalmente alla qualità ed alla presentazione del prodotto, che abbia un giusto prezzo». E poi l’importanza del design, che «ci ha permesso di entrare nei salotti che contano in Europa e non solo». Un’azienda che guarda all’estero, ma rimane ancorata all’Italia e al Veneto. «Lavoriamo con l’Università – continua Loison – con il Cuoa, con i centri professionali di San Gaetano a Vicenza, Tonezza e Trissino, con l’istituto Da Schio, che ha un corso di cucina. D’altronde il Veneto rappresenta il 20% del nostro fatturato, e Vicenza da sola il 15%». Insomma nonostante un export in 50 Paesi con un fatturato di 7-8 milioni l’anno «la nostra base logistica è sempre rimasta qui, dove abbiamo 25 collaboratori diretti e 35 stagionali».

Tags: ,