Smog record, Vicenza corre ai ripari

Misure drastiche a Vicenza per combattere l’inquinamento e lo smog. Il sindaco Achille Variati ha firmato questa mattina un’ordinanza urgente per la riduzione dei livelli di concentrazione degli inquinanti nell’atmosfera urbana che in questi giorni hanno raggiunto livelli record. Con essa è vietato ai cittadini, sino al 31 gennaio 2016, l’utilizzo di camini chiusi, stufe e ogni apparecchio domestico alimentato a biomassa legnosa che non garantisca un rendimento energetico e valori di emissione di monossido di carbonio definiti dall’ordinanza stessa. Quest’ultima prevede inoltre la riduzione delle temperature massime nel riscaldamento a 19 gradi per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili, a 20 gradi per tutti gli altri edifici, quindi tutte le abitazioni.

Sono esclusi da questo provvedimento le case di cura, di riposo e di riabilitazione, gli ambulatori medici, le scuole per l’infanzia e le scuole primarie, le abitazioni con ammalati, le persone con più di 65 anni di età e i bambini fino all’età di 5 anni. Infine entra in vigore l’obbligo di spegnimento dei motori degli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea, dei motori dei veicoli merci durante le fasi di carico e scarico, in particolare nelle zone abitate, degli autoveicoli per soste di durata maggiore di un minuto in corrispondenza di particolari impianti semaforici e di passaggi a livello.