Referendum autonomia, tutti con Zaia

Luca Zaia annuncia la convocazione del referendum per l’autonomia del Veneto. Lo fa subito prima del brindisi natalizio a Palazzo Balbi, seguito dal coro degli alpini, in seguito alla sentenza della Corte Costituzionale che ha bocciato i quesiti legati all’indipendenza, al gettito fiscale e allo statuto speciale, ammettendo la legittimità di una consultazione sull’autonomia. «Vuoi che alla Regione del Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia?» è infatti il quesito esclusivo ammesso dalla Corte.

«Non ci opporremo a questo referendum – ha detto il capogruppo Dem in consiglio regionale Alessandra Moretti al Mattino – e se si giungerà davvero al voto non avremo alcuna difficoltà ad esprimere un “sì” visto che il quesito si richiama al percorso autonomista previsto dalla riforma costituzionale voluta dal governo Renzi». Anche i tosiani e Forza Italia si dicono favorevoli alla consultazione, come previsto. Ma anche il M5S appoggia il referendum: «l’autonomia, non solo amministrativa ma anche fiscale, fa parte del nostro programma», ha detto il capogruppo Jacopo Berti.